Rubriche

La nostra storia (conclusa)

A cura di Antonio Tonali e Roberto Miragoli

In occasione della quarantesima stagione di attività della nostra società, tutti i martedì vi proporremo le foto dei momenti più significativi nella storia della nostra associazione. L’U.S. Valera Fratta Calcio fu fondata nel 1972, ma la prima iscrizione ai campionati F.I.G.C. avvenne nel 1979. Quella che stiamo vivendo è la quarantesima stagione agonistica.


Puntata 1 (martedì 15 gennaio 2019)

Questa prima foto ritrae la prima formazione dell’Unione Sportiva Valera Fratta Calcio. Era il 9 settembre 1979 e ci si apprestava ad affrontare, in amichevole precampionato, la formazione della Clinica Ronzoni di Milano. Le maglie, rosse e blu, erano state prestate provvisoriamente dall’indimenticabile Don Isidoro Pezzini, poiché non erano ancora arrivate quelle ufficiali. Don Isidoro e Romolo Tonali avevano creato, a Valera, il primo campo a sette, poi trasformato in quello a undici. La formazione in foto: i mister Andena Silvio e Guglielmini Guglielmo (che non compare in foto) Bacchi Angelo, Andena Renato, Tonali Antonio, Meazza Antonio, Maraschi Giacomo, Miragoli Roberto, Sali Vittorio, Savoia Alberto, Quaio Ettore, Rossi Giuseppe, Marchesi Luigi, Manfredi Santino, Mangiarotti Giuseppe, Leoni Antonio. Da qui inizierà la nostra storia.


Puntata 2 (martedì 22 gennaio 2019)

La foto di oggi fu scattata il 9 settembre del 1979 e si riferisce all’inaugurazione del campo sportivo di Valera Fratta, nel giorno della prima partita. All’evento fu invitato l’avvocato Prisco, allora vicepresidente dell’Inter. Nella fotografia presenti, da destra a sinistra, l’avvocato Prisco, l’indimenticabile Don Isidoro Pezzini, il nostro segretario Sergio Venza e il sindaco Giuseppe Rognoni. L’arrivo del vicepresidente dell’Inter Prisco fu un avvenimento prestigioso per Valera Fratta. Ad assistervi quasi tutto il paese e l’avvocato, meravigliato da così tanta gente, esclamò divertito con il suo grande sarcasmo: “Sono venuti per vedermi! Neanche fossi Pelé!”


Puntata 3 (martedì 29 gennaio 2019)

L'immagine che vi proponiamo questa sera ritrae la formazione che disputò il campionato di Terza categoria nella stagione 1980/1981. In quella fase il nostro principale intento era quello di far giocare calciatori del paese. Metterlo in pratica non era affatto semplice e non sempre riuscivamo ad avere il numero necessario, così, spesso, per disputare le partite, i mister Andena e Guglielmini dovevano essere molto "creativi" per presentare formazioni competitivi. Alcune domeniche eravamo addirittura costretti ad andare a chiamare a casa qualcuno all'ultimo momento per arrivare ad undici. Quando non ci si riusciva giocavano anche i mister. Nella fotografia infatti mister Guglielmini fa parte degli undici titolari. Le maglie erano verdi, il colore che caratterizza le nostre campagne. La seconda divisa, gialla, era invece ispirata al sole, che illumina la nostra terra. La formazione: in piedi da sinistra: il mister Andena, Bigatti, Tonali, Quaio E., Cecchi, Magnaghi, il massaggiatore Ferrari e il dirigente accompagnatore Venza; in basso da sinistra Sali, Quaio G., Mìragoli, Guglielmini, Sali, Sfolcini e Mussi.


Puntata 4 (martedì 5 febbraio 2019)

La foto che pubblichiamo in questa puntata raffigura la formazione che disputò il campionato di Terza categoria nel 1981/1982. Da quella stagione cominciarono ad arrivare in rosa gli “stranieri”, calciatori che non erano residenti in paese. Inoltre la società effettuò il suo primo acquisto della sua storia: l’ala destra Pierangelo Buonanno, dalla Vizzolese, per 350.000 lire. La somma ci fu offerta da un fedele sostenitore, che volle restare anonimo. Dal 1982 cominciò il progetto dell’U.S. Valera Fratta Calcio di “riportare a casa” i giocatori valeriani che militavano in altre squadre, anche di categorie superiori. La rosa cominciò ad essere più competitiva e l’annata si concluse con un buon nono posto. Nella foto, da sinistra a destra in alto: Quaio E., Tonali, Olivari, Mussi, Locatelli, Sfolcini, il guardalinee Poletti, Scalvi, Rovati, mister Andena, il dirigente responsabile Venza; da sinistra a destra in basso mister Guglielmini, Piana, Rossi, Miragoli, Quaio G., Buonanno, il “bomber professore” e il portiere Bigatti.


Puntata 5 (martedì 12 febbraio 2019)

Continua il nostro cammino tra le foto che hanno fatto la storia della società. Questa immagine ritrae la prima squadra dell’U.S. Valera Fratta Calcio nella primavera del lontano 1983. Proprio quell’anno sancì il ritiro dal calcio giocato da parte del Presidente Tonali ed il definitivo passaggio della fascia di capitano al giovane centrocampista Roberto Miragoli. La fascia di capitano, negli anni, fu sempre affidata al giocatore più carismatico residente in paese. Questa tradizione, in seguito, venne abbandonata per l’arrivo di giocatori che avevano avuto dei trascorsi in categorie apicali del calcio dilettantistico e professionistico, come Raffaele Rubino (ex serie D), capitano della scorsa stagione, Valerio Dornetti (ex serie D) e Giuseppe Ticli (ex serie B), che hanno indossato la fascia saltuariamente. Ecco la lista dei nostri “condottieri”: Antonio Tonali, Roberto Miragoli, Fabio Manfredi, Alessandro Maio, Davide Rizzi, Luca Filipponi, Raffaele Rubino e Daniele Pedrini. Nella fotografia, da sinistra a destra in piedi: il Presidente Tonali, Bignamini, Quaio, Sfolcini, Zanaboni, Manfredi, Maggi, Scalvi e il massaggiatore Manfredi. In basso da sinistra a destra: mister Guglielmini, Bassan, Canevari, Daccò, Buonanno, Cerri, Di Massa e il dirigente accompagnatore Rovati. Assente capitan Miragoli a causa di obblighi militari. La terza divisa fu regalata dal Bar Sport di Valera Fratta.


Puntata 6 (martedì 19 febbraio 2019)

L’immagine che vi proponiamo questo martedì vede come protagonista il giovane Fabio Manfredi, oggi componente dello staff tecnico della prima squadra, che riceve il premio come miglior giocatore del torneo dalle mani del mister Silvio Andena. Sullo sfondo si possono vedere anche Maio Clemente e, accanto a lui, un bambino, uno dei nostri attuali capi ultras, Claudio Andena. Negli anni ottanta vennero organizzati innumerevoli tornei notturni e diurni, per rimpinguare le casse della società, cronicamente a secco. Queste competizioni seguivano le orme dei “mitici tornei”, organizzati negli anni cinquanta e sessanta, dall’indimenticabile don Isidoro Pezzini e da Romolo Tonali. In quegli anni, in luglio e agosto, non era ancora di moda il weekend al mare e, di domenica pomeriggio, sotto il sole, con più di trenta gradi, si sfidavano tutte le squadre dei paesi limitrofi. Il pubblico brulicava. Gli incassi erano ingenti, intorno alle cinquecento mila lire, un singolo biglietto ne costava cento. Negli anni ottanta si proseguì con la tradizione, organizzando sia tornei diurni che serali, con accesissime rivalità paesane, capaci di portare a Valera Fratta molti tifosi, provenienti dal lodigiano, dal pavese e anche dal milanese.


Puntata 7 (martedì 26 febbraio 2019)

La fotografia di oggi fu scattata durante una delle tradizionali riunioni natalizie della nostra società. Questo appuntamento nacque nel 1979 e viene organizzato ogni anno. Lo scorso dicembre è stata allestita una vera e propria festa di Natale per duecento persone, con cena e musica. Le prime riunioni si svolsero presso il famoso, e mai dimenticato, Bar Longeri, del mitico Giuseppe Ferrari e di sua moglie Renata. Quella fu la prima sede dell’U.S. Valera Fratta Calcio. Successivamente queste serate si tennero, prima nel nuovo salone dell’oratorio, poi nel centro civico, per il ragguardevole numero di calciatori, che il bar non poté più ospitare. Come da tradizione si iniziava con il discorso del Presidente, che commentava il girone d’andata delle squadre, poi si passava alle premiazioni dei migliori giocatori e del dirigente più meritevole. Immancabile la distribuzione dei panettoni a tutti i giocatori e staff e il cordiale scambio di auguri davanti ad una fetta di panettone. Elementi molto semplici, che però hanno sempre permesso di creare legami indissolubili tra famiglie, dirigenti e calciatori.


Puntata 8 (martedì 5 marzo 2019)

La puntata di questa sera è dedicata ai due pionieri del calcio valeriano: don Isidoro Pezzini e Romolo Tonali. Due persone straordinarie. Don Isidoro fu nominato prete della nostra parrocchia nel 1953. Romolo Tonali si sposò nell’aprile del 1952 e si trasferì da Villanterio a Valera Fratta. Entrambi avevano una passione sconfinata per il calcio. Tonali fondò, nel 1946, la società Villanterio e, don Pezzini, a Turano Lodigiano, diede vita ad una piccola realtà calcistica parrocchiale. Non appena arrivati in paese studiarono il modo di acquisire un’area, adiacente alla proprietà della chiesa, per allestire un campo da calcio. Così la parrocchia rilevò il terreno e fu creato un rettangolo di gioco. Le dimensioni erano di settanta metri di lunghezza e quarantacinque di larghezza, il massimo possibile. Per recuperare il denaro speso al momento dell’acquisto, i due cominciarono ad organizzare dei tornei. Si giocava di domenica pomeriggio, nei mesi di luglio e agosto. I tornei si disputavano dalle tre del pomeriggio alle sei di sera, sotto un sole rovente e un caldo torrido. Le competizioni erano molto seguite, la media degli spettatori era di circa cinquecento persone a domenica. Le squadre partecipanti rappresentavano i paesi limitrofi. Nelle prime partite si giocava ancora con il “mitico pallone marrone” con le stringhe che, quando finiva in una delle rogge che circondavano il campo, aumentava esponenzialmente il suo peso. Poi arrivarono i palloni bianchi e neri. Si scolorivano però troppo facilmente a contatto con l’acqua della roggia e, spesso, non avendo i soldi per sostituirli, si pensò di farli colorare ad olio da don Isidoro, abile pittore e scultore, tanto che li faceva sembrare più lucidi dei nuovi. Questa sera abbiamo voluto ricordare questi due personaggi eccezionali che, con la loro passione e la loro grande lungimiranza, hanno gettato le basi della fantastica storia calcistica valeriana.


Puntata 9 (martedì 12 marzo 2019)

La foto di questo martedì ritrae la prima squadra del settore giovanile, iscritta al campionato Allievi della stagione 1980/1981. Per la prima volta la nostra società allestì due formazioni. Trovammo subito allenatori e dirigenti per questa nuova avventura. L’esperienza positiva ci spinse in seguito a continuare nello sviluppo del settore giovanile, che, negli anni, è stato spesso il fiore all’occhiello della nostra società. Nella foto, a sinistra, mister Mangiarotti e mister Bacchi. Tra i residenti in paese, invece, troviamo Locatelli, Maggi, il dirigente accompagnatore Zanaboni, il Presidente Tonali, Manfredi, Goretti, Necchi Gianluca, Guerini e Rossi. Gli allievi conclusero l’annata posizionandosi a metà classifica. Sullo sfondo si scorgono i lavori per la costruzione dell’oratorio, che il nuovo parroco, Don Gianni Cerri, arrivato nell’anno precedente, iniziò e portò a termine. Più a destra il palo della luce. Quei fari ci crearono non pochi problemi e fummo costretti ad istallare dei riflettori provvisori, su dei ponteggi, almeno per poter fare gli allenamenti. La visibilità era scarsa, ma nessuno si lamentava. Inoltre il fondo del campo presentava qualche piccola buca, alquanto pericolosa. Ostacoli che di certo non potevano fermare l’entusiasmo e la voglia di fare calcio dei nostri volenterosi pionieri.


Puntata 10 (martedì 19 marzo 2019)

Nella decima puntata della nostra rubrica settimanale, dedicata alla storia della società, pubblichiamo una fotografia scattata nell’inverno del 1982. Mostra una formazione dell’U.S. Valera con una divisa insolita. Quell’anno, infatti, la seconda maglia si ispirò a quella degli scozzesi del Celtic. In quegli anni militava, tra le nostre fila, il giocatore più “sudamericano” che Valera abbia mai conosciuto: Daledo. I suoi gol infiammavano i nostri sostenitori. Ad ogni rete il bomber correva verso i tifosi, inginocchiandosi davanti a loro, facendo il segno della croce e mandando in estasi la Bombonera. Nella foto, da sinistra, in alto: il Presidente Tonali, Locatelli, Cavenaghi, Maio Francesco, Quaio, Di Massa Giuseppe, Ferri, il portiere Boari (padre dell’attuale portiere del Fanfulla), il massaggiatore Manfredi e il dirigente accompagnatore Rovati. Da sinistra a destra, in basso: mister Andena, Daledo, Sali, Mascheroni, Rossi, Di Massa e mister Guglielmini. Sullo sfondo possiamo anche notare la situazione del campo negli anni ottanta e novanta. Non era stata ancora edificata la tribuna. Dietro le panchine, invece, molte piante di alto fusto che regalavano un’ombra molto gradevole, soprattutto nei mesi estivi. Una di loro provocò un incidente, perché, a seguito di un violento temporale, cadde rovinosamente sul terreno di gioco e distrusse parte della rete di recinzione.


Puntata 11 (martedì 26 marzo 2019)

Autunno del 1984, la formazione dell’U.S.Valera Fratta Calcio milita nel girone pavese di Terza categoria. In quella stagione arrivarono a Valera diversi giocatori provenienti da Sant’Angelo, come i fratelli Sfolcini, il terzino Cerri e il mitico centravanti Mario Daccò. Proprio quest’ultimo è stato uno degli attaccanti più forti e prolifici della nostra storia. Faceva gol in tutti modi e su tutti i campi. I tifosi più anziani ricordano ancora la spettacolare rete siglata quell’anno, quando, dal limite dell’area di rigore, Daccò ricevette una palla alta, effettuò uno stop di petto e una magistrale rovesciata alla Cristiano Ronaldo, piazzando la sfera all’incrocio dei pali. Un gesto tecnico indimenticabile, inusuale in queste categorie. Nell’immagine, in alto, da destra a sinistra: il dirigente accompagnatore Venza, Locatelli, Mussi, Quaio, Sfolcini Renato, Daccò, Bigatti, Sfolcini Guido, mister Guglielmini e il massaggiatore Ferrari. In basso, da destra a sinistra: il Presidente Tonali, Olivari, capitan Miragoli, Buonanno, Cerri, Di massa, Sali, il guardialinee Maio e mister Andena.


Puntata 12 (martedì 2 aprile 2019)

L’immagine che pubblichiamo questo martedì 2 aprile vede come protagonista la prima formazione degli Esordienti della nostra società. Siamo nel campionato 1982/1983. In quegli anni, per i ragazzi di Valera Fratta, era una grande novità poter partecipare ad un campionato ufficiale della Federazione Italiana Giuoco Calcio. Coloro che avevano l’età per la categoria si iscrivevano con il desiderio di iniziare questa nuova esperienza. La squadra era composta da quattordici calciatori, tutti residenti in paese. Nella foto, in piedi da sinistra a destra: Mainardi Stefano, Fasani Massimo, Maestri Francesco, Longeri Ivano, Bassan Valentino, Salvoni Mauro e Goretti Marco. In basso, da sinistra a destra: Zaffarano Gianluca, Ramaioli Luciano, Bosatra Maurizio, Bassan Fabio, Foletti Mauro, Rossi Paolo e Nassi Filippo. Dietro ai ragazzi, da destra, il Presidente Tonali, il dirigente accompagnatore Ferrari Giuseppe e il massaggiatore Manfredi Santino.


Puntata 13 (martedì 16 aprile 2019)

Riprende l’appuntamento settimanale con le immagini che hanno fatto la nostra storia. La fotografia di questa sera raffigura la formazione del Valera Fratta nel 1985. La squadra militava nel girone pavese di Terza categoria. Il gruppo cominciava ad aumentare il tasso tecnico, infatti fluttuava tra le prime posizioni della classifica. Ricordiamo che, all’epoca, la vittoria contava due punti e non tre come oggi. Il Valera quell’anno fu inserito nel girone pavese, era l’unica squadra della provincia di Lodi e questo comportava qualche problema, sia in campo che, e soprattutto, fuori. Addirittura, un articolo comparso su “La Provincia Pavese” del 18 dicembre del 1985, sulla partita pareggiata due a due contro la Carpignanese, prima in classifica, recitava: «La partita è stata molto combattuta e il clima non era di certo amichevole [...]». Nella foto, in piedi, da sinistra a destra: il presidente Tonali, Bignamini, Mussi, Scalvi, Quaio, Daccò, Sfolcini Renato, mister Guglielmini, il segretario Venza. In basso: il dirigente Rovati, Cerri, capitan Miragoli, Buonanno, Sali, Dacco’. Accosciati: il massaggiatore Ferrari, Sfolcini Guido, Bertoli, Marchesi, Zanaboni, Di Massa e il guardialinee Maio Francesco.


Puntata 14 (mercoledì 24 aprile 2019)

Per questa settimana abbiamo recuperato una rara immagine, scattata nel lontano 1981. Si tratta della prima squadra dei Pulcini dell’U.S.Valera Fratta Calcio. Insieme ai ragazzi troviamo anche il parroco di allora, don Gianni Cerri, che aveva sostituito da poco il mitico don Isidoro Pezzini. In quegli anni i genitori dei giocatori iniziarono a collaborare come accompagnatori. Iniziò così una consuetudine, solita anche ai giorni nostri. Sino agli anni settanta, nei nostri paesini, erano pochi i genitori che seguivano i propri figli nello svolgimento dell'attività sportiva. Questo sia per lo scarso tempo a disposizione, sia perché i ragazzi erano autonomi: anche i più piccoli andavano a scuola, a messa o in oratorio da soli. Nella foto, in piedi, da sinistra a destra: il dirigente accompagnatore Fasani Giordano, il Presidente Tonali, Fasani, Bassan Valentino, Bassan Fabio, Ramaioli, Bosatra, Maestri, Longeri e il parroco don Gianni Cerri. In basso, da sinistra a destra: i mister Sali e Manfredi, Foletti, Mainardi, Bonvini, Meazza, Bianchi e Salvoni.


Puntata 15 (martedì 30 aprile 2019)

Aprile del 1986, le compagini dell’U.S.Valera Fratta Calcio e del Vidigulfo sono schierate insieme in segno di amicizia, prima dell’ultima partita del campionato 1985/1986. Quell’annata fece registrare un salto di qualità. La nostra formazione passò da stagioni anonime, terminate con posizionamenti di centrobassa classifica, a campionati di vertice, che, di li a poco, ci avrebbero portato in Seconda categoria. Quell’anno, nel girone pavese, chiudemmo la stagione al terzo posto (allora non erano ancora stati istituiti i playoff), dietro a squadre con più solida tradizione come Vidigulfo e Lardirago. Anche il settore giovanile era in continua crescita e le formazioni presentate nel 1985 furono due: i Pulcini e gli Esordienti. Nell’immagine, i nostri, con le maglie bianche, in piedi da sinistra a destra: il Presidente Tonali, il portiere Bignamini, Quaio, Sfolcini, Zanaboni, Scalvi, Manfredi e Maggi. In basso, da sinistra a destra: il tecnico Guglielmini, Bassan, Canevari, Daccò, Buonanno, Cerri e Di Massa.


Puntata 16 (martedì 7 maggio 2019)

Nella sedicesima puntata della nostra rubrica vi proponiamo un interessante articolo. Fu pubblicato il 5 gennaio del 1987, sul giornale “Il lunedì“, settimanale della Provincia di Pavia. Il Valera stava diventando una realtà importante, sia nel lodigiano che nel pavese. La squadra, con l’arrivo di alcuni “stranieri” di livello, navigava verso i piani alti della classifica e si stava preparando per la prima promozione in Seconda categoria.


Puntata 17 (martedì 21 maggio 2019)

Questa sera vi proponiamo una fotografia risalente al campionato 1986/1987. Soprattutto in quell’anno il Valera si rafforzò notevolmente, grazie ad arrivi importanti, che ci permisero di alzare il tasso tecnico della squadra. Militavamo in Terza categoria, nel girone pavese. Disputammo un ottimo campionato, conquistando il terzo posto, alle spalle del Santa Maria della Versa e del Miradolo Terme. Il tanto ambito traguardo, la Seconda categoria, arrivò la stagione seguente. Nella foto: da sinistra a destra in alto: il Presidente Tonali, Perdomini, Di Girolamo, Montanari, Maggi, Manfredi, Bertolotti, mister Guglielmini e Bignamini. In basso, da sinistra a destra: Sfolcini, Bassan, Taborelli, Cerri, capitan Miragoli, Midali, Zanaboni e Di Massa.


Puntata 18 (martedì 4 giugno 2019)

Continua, con cadenza quindicinale, il nostro cammino tra le fotografie della storia valeriana. Questa puntata è dedicata alla squadra del campionato di Terza categoria 1987/1988. Questa stagione segnerà una tappa fondamentale per l’Unione Sportiva Valera Fratta Calcio. Concludemmo il campionato al sesto posto, ma fummo ripescati in Seconda categoria grazie alla riorganizzazione dei campionati dilettantistici, per la creazione di una nuova categoria: l’Eccellenza. La nostra squadra si dimostrò degna della Seconda, riuscendo, per ben dieci anni consecutivi, a mantenere la categoria, passando poi per diverse retrocessioni e rapide risalite. La formazione in foto: da destra a sinistra, mister Guglielmini, il dirigente accompagnatore Quaio, Di Girolamo, Perdomini, Sfolcini, Daccò, Bertolotti, Abbiati, Bignamini, il Presidente Tonali. In basso, il vice allenatore Maggi, Fugazza, Quaio, capitan Miragoli, Taborelli, Bosatra, Badia e Di Massa.


Puntata 19 (martedì 18 giugno 2019)

L’immagine di questa sera ritrae la squadra degli Esordienti nella stagione 1986/1987. La formazione era composta quasi interamente da ragazzi residenti a Valera. All’epoca, infatti, potevamo vantare un vivaio molto numeroso, soprattuto in rapporto al numero degli abitanti del paese. Non c’erano altre attività sportive come al giorno d’oggi, tutti praticavano il gioco del calcio. Quell’anno iscrivemmo ben quattro formazioni ai campionati giovanili F.I.G.C.. Nella fotografia, in piedi, da sinistra: il dirigente accompagnatore Rizzi Antonio, il Presidente Tonali, Brambini, Soldati, Bassan, Monfreda, Canevari, Andena Lorenzo e il mister Andena Silvio. In basso, da sinistra: Rizzi Davide, Maio, Di Chiara, Zerbi Daniele, Andena Claudio, Sala, Zerbi Gianluca, Buonanno, Marchesini e Brambini.


Puntata 20 (martedì 2 luglio 2019)

La fotografia che pubblichiamo questa sera fu scattata sabato 16 maggio 1987. In quella data l’F.C. Internazionale di Milano diede la disponibilità per disputare un’amichevole con la propria squadra degli esordienti. I nerazzurri erano guidati da Benito Lorenzi, il famoso “veleno”. A seguire la partita arrivò a Valera Fratta anche il presidente dell’Inter Pellegrini. Per il match accorsero quasi trecento persone e, per una piccola società come la nostra, fu un evento eccezionale. Dopo quell’amichevole l’Inter convocò per un provino tre dei nostri giocatori: Andena Lorenzo, Monfreda Andrea e Davide Rizzi. Nell’immagine troviamo i presidenti Tonali e Pellegrini davanti agli spogliatoi di Valera, accanto al sindaco Bassanini.


Puntata 21 (martedì 16 luglio 2019)

La foto che vi proponiamo nella ventunesima puntata della rubrica sulla nostra storia è dedicata all'indimenticabile giornalino "Calciomania". Alla fine degli anni '80 il calcio era molto seguito a Valera Fratta, tanto che il lunedì anche le signore che non venivano a vedere le partite chiedevano i risultati e marcatori. Le nonne invece i risultati delle squadre del settore giovanile. Allora ci passò per la mente una brillante idea: perché non fare un giornalino settimanale, con tutti i risultati delle partite del sabato e della domenica. Detto fatto: nacque così "Calciomania". Il quindicinale era redatto da un team di quattro persone, che raccoglievano i resoconti dei mister di tutte le categorie e lo assemblavano, per l’uscita del martedì. L'iniziativa ebbe molto successo, a tal punto che, oltre al calcio, iniziammo a inserire anche recensioni cinematografiche e musicali e notizie utili per la cittadinanza. Le pubblicazioni durarono qualche anno, poi, con il disgregarsi del team, vennero interrotte. Siamo comunque contenti di aver dato vita ad un periodico a carattere locale, che in pochi possono vantare di aver avuto.


Puntata 22 (martedì 30 luglio 2019)

L’immagine di questo ultimo martedì di luglio risale al campionato 1988/1989 e raffigura la squadra che debuttò per la prima volta in Seconda categoria. La rosa venne rafforzata, infatti, oltre ad alcuni giocatori provenienti da paesi limitrofi, arrivò in gialloverde anche un tris di calciatori esperti, provenienti da Milano. La formazione riuscì a salvarsi con tranquillità e a posizionarsi a metà classifica. Nella fotografia, da sinistra a destra: il Presidente Tonali, Carnevali, Quaio, Manfredi, Sfolcini, Buzzo, Difino, Scartinelli, Bignamini e Maggi. In basso: Di Massa, Bosatra, Di Girolamo, Cerri, Miragoli, Mascheroni, Vecchietti, Petralia e mister Guglielmini. Segnaliamo che, dopo questa puntata, la numero 22, per tutto il mese di agosto sospenderemo la pubblicazione della rubrica, per poi riprendere il primo martedì di settembre.


Pausa di agosto 


Puntata 23 (3 settembre 2019)

Torna, dopo la pausa di Agosto, l’appuntamento con le fotografie che hanno fatto la storia della nostra società. L’immagine di questo primo martedì di settembre risale al 1989. Nell’aprile di quell’anno l’U.S.Valera Fratta Calcio partecipò ad un torneo internazionale in terra spagnola, a Barcellona. Con un pullman di cinquantacinque persone, tra giocatori, accompagnatori e tifosi, partimmo alla volta della Catalogna. Arrivati a destinazione l’organizzazione del torneo ci accompagnò, insieme alle altre squadre, in corteo, presso il centro sportivo, dove avvenne una sontuosa manifestazione per la presentazione ufficiale delle formazioni. Il giorno dopo cominciò la competizione. Vincemmo la prima partita, contro una squadra spagnola, per due a uno. La sera tutti a festeggiare per il buon risultato. Per qualcuno dei nostri i festeggiamenti durarono fino a tarda notte. Ne risentimmo il pomeriggio seguente, infatti perdemmo quattro a uno. La partecipazione aveva un fine “goliardico”, così festeggiammo anche dopo la sconfitta e durante quella settimana ci divertimmo davvero molto. Per la cronaca anche la terza gara terminò con una sconfitta di misura, ma contro una squadra di categoria superiore. Tornammo a casa molto felici di aver trascorso una settimana memorabile, con tutti gli sportivi valeriani al seguito. Nella foto la nostra squadra nel giorno della presentazione: in piedi, da sinistra a destra, Andreose, Difino, Petralia, Manfredi, Bassan, Callioni, Quaio; accosciati, sempre da sinistra a destra, il massaggiatore Manfredi, capitan Miragoli, Maio, Mascheroni, Necchi e Fassina.